Eventi e attrazioni turistiche

a Lagundo, Merano e in Alto Adige

Durante le vacanze a Lagundo in Alto Adige la noia non è di casa! Il paese di Lagundo e i suoi dintorni propongono una miriade di manifestazioni che trasformano la vacanza in un’esperienza indimenticabile. Gli ospiti dei nostri hotel non hanno che l'imbarazzo della scelta tra escursioni guidate, mercatini vari, serate nel Giardino botanico di Castel Trauttmansdorff, concerti delle varie bande musicali, visite alle distillerie e caseifici, visite guidate ai paesi e chiese, diverse manifestazioni improntate sul tema salute, feste, processioni, ecc.

In ogni stagione troverete senza dubbio ciò che fa per voi, per trascorrere una vacanza indimenticabile alle porte di Merano.

Scarica qui il calendario aggiornato degli eventi e manifestazioni in programma a Lagundo, Merano e in Alto Adige »

Qui invece trovi altri appuntamenti quali sagre paesane, visite guidate, etc. (disponibile in tedesco) »

Attrazioni turistiche a Lagundo, Merano e in Alto Adige

Chiesa Parrocchiale di Lagundo

La Parrocchia di San Giuseppe, è uno splendido esempio di architettura contemporanea. Realizzata su progetto del noto architetto Willy Gutweniger negli anni 1966-1971, costituisce un tentativo, perfettamente riuscito, di sposare armoniosamente il vecchio con il nuovo. Si consiglia di prendersi tempo a sufficienza per visitare la chiesa e riuscire a penetrare i segreti del linguaggio simbolico di questa costruzione religiosa. La Parrocchiale è stata consacrata e aperta ufficialmente al culto il 13 marzo 1997.

Aperta tutti i giorni dalle 6.30 alle 19.30
Visite: ogni mercoledì alle 17.00 da aprile a ottobre

Chiesa Parrocchiale di Lagundo

La polveriera di Merano

All’inizio della Passeggiata Tappeiner, a sovrastare la Parrocchiale di Merano, si erige la cosiddetta Torre Polveriera. Realizzata inizialmente nell’ambito del complesso di Castel Ortenstein nel rione Steinach, la torre fungeva nel XVII secolo da deposito delle polveri da sparo. Splendida, la veduta offerta dalla Torre sull’intera città.

La polveriera di Merano

I giardini botanici di Castel Trauttmansdorff

Situati ai margini orientali del complesso urbano, i giardini di Castel Trauttmansdorff costituiscono la tappa obbligata di qualsiasi visita a Merano. Delimitato da un bosco di roverelle, il giardino copre una superficie pari a dodici ettari. L’ampia distesa ai piedi del castello accoglie piante provenienti da ogni parte del mondo e riproduce anche tipici paesaggi altoatesini. Ameni sentieri si insinuano tra giardini acquatici e terrazzati, conducono al giardino dei sensi o a quello giapponese fino a sfociare nel semideserto a succulente e cactus o alla sezione delle piante coltivate nel sud. La grande voliera e la grotta con lo spettacolo multimediale completano la visita ai giardini.

I giardini botanici di Castel Trauttmansdorff

Museo archeologico dell'Alto Adige con la Mummia Ötzi

Oltre 5000 anni fa un uomo si inerpicò sui ghiacciai della Val Senales fino e oltre i 3000 m. e lì morì. Nel 1991 venne ritrovato per caso, con i suoi indumenti e l'equipaggiamento, mummificato, congelato: una scoperta archeologica sensazionale che offre uno scorcio senza eguali sulla vita di un uomo dell'età del Rame. “L'Uomo venuto dal ghiaccio”, anche chiamato 'Ötzi', costituisce il punto focale dell'esposizione. I suoi indumenti e il suo equipaggiamento perfettamente conservati ripropongono con dovizia di particolari lo stile di vita degli uomini del Neolitico. Inaugurato nel 1998, oltre ad ospitare la celebre Mummia del Similaun nella rassegna permanente “L'Uomo venuto dal ghiaccio”, il Museo archeologico documenta le epoche più remote dalla preistoria alla fine dell'era glaciale (15.000 a.C.) all'epoca carolingia (800 d.C.). Il museo propone inoltre una suggestiva riproduzione dell'epoca primitiva nelle terre dell'arco alpino. Plastici, ricostruzioni, immagini stereoscopiche, filmati e stazioni multimediali rendono il viaggio nel tempo avvincente e completo.

Museo archeologico dell'Alto Adige con la Mummia Ötzi
richiedi prenota